giovedì 4 giugno 2020

Audizione in Commissione Bilancio per l’esame del Decreto-Legge n.34/2020 e l’appoggio dell’On.Berlinguer – News del 4 Giugno 2020


Gentilissimi tutti,
continua la nostra corsa contro il tempo per aiutare la famiglia italiana, riscattare la scuola pubblica paritaria e salvare la scuola pubblica statale, per dare un futuro alla Nazione.
Desidero essere molto pragmatica: l'unica chance per la Famiglia, la Scuola pubblica paritaria e statale e il futuro del Paese è che nei prossimi 10 giorni:
1. Le forze della MAGGIORANZA più sensibili - cosi hanno dichiarato (PD-Iv)-  VOTINO SI’ agli emendamenti presentati dall'OPPOSIZIONE  (FI-LEGA-FDI-UDC-NPI) e si ACCORDINO a vicenda, nei fatti come nelle intenzioni (link).
Se si replica il bluff al Senato (link) dei giorni scorsi alla Camera di ieri (link)- tutti d'accordo ma poi si bocciano questi emendamenti e si pone la fiducia al decreto- sarà da imputare a questo Governo il più grave disastro per la Nazione, paragonabile agli effetti di una guerra civile.
2. Ciascuna forza politica, come ciascuno di noi, abbandoni la tentazione di volersi attribuire la "vittoria della Famiglia, il riscatto della scuola paritaria e la salvezza della scuola pubblica" perchè ha - come deve essere – come protagonisti i Cittadini tutti, nessuno escluso.
La richiesta congiunta del 01.06.2020 delle Conferenze USMI –CISM con tutte Associazioni AGIDAE - AGeSC - CdO Opere Educative - CIOFS Scuola - CNOS Scuola - FAES - FIDAE - FISM – FONDAZIONE GESUITI EDUCAZIONE MSC FIDAE, ha trasmesso agli onorevoli Parlamentari la proposta dei 7 emendamenti al DL di conversione del 18/2020 per la conversione in legge. Gli emendamenti riguardano vari aspetti di interesse per le scuole pubbliche paritarie che, in maniera trasversale, molti Onorevoli e Senatori hanno già proposto nei vari iter del DL Rilancio e del DL Scuola (Emendamenti: Disegno di legge Atto Camera n. 2500 di conversione del decreto-legge n. 34-2020 recante Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali, connesse alla emergenza epidemiologica Covid-19”). (link)
E’ stato aggiunto questo ulteriore e importante tassello di convergenza sociale alle dichiarazioni bipartisan della maggioranza e dell’opposizione. I 7 Emendamenti, l’intervento delle Regioni e dei Comuni, l’aiuto della Cei e della chiesa locale raccoglie quell’1 Mld di euro che abbiamo già ampiamente dimostrato essere la cifra che salva il comparto, dà un futuro al Paese e soprattutto non rappresenta danari cash per il governo (link).
01.06.2020 da Nuova Bussola Quotidiana - Ascoltate il grido delle paritarie: “Serve un miliardo” (link)
31.05.2020 E’ proprio l’ex Ministro Berlinguer a scendere in campo per noi e svela ai suoi (Pd) un segreto: “Io sono di sinistra, sono più di sinistra di costoro” che uccidono la scuola pubblica, dando man forte ai 5 stelle e all’ideologia, si potrebbe aggiungere.
“Un punto fermo è che il pluralismo non è nè di destra nè di sinistra: è un valore per tutti.” dice Monica Mondo la Giornalista di SOUL TV2000 il 31/5/2020. “NO, è di sinistra” risponde l’on Berlinguer.
“Curioso” - ribatte la giornalista Monica Mondo “che proprio da una certa sinistra ci siano ancora delle resistenze.” “IL PLURALISMO è di SINISTRA conferma l’on Berlinguer; il resto è frutto di polemiche estremiste all’Interno del Pd. E l’estremismo è la malattia del Pd...” Se lo dice l’on.le Berlinguer, delle due l’una: o il Pd salva la scuola o tradisce le ragioni di fondazione… E allora è morto anche il Pd assieme alla scuola. E certamente questo vale per tutte le forze politiche Iv-FI-FdI-Udc-NCI-Gruppo Misto come per tutte le parti civili e sociale, compreso tu che leggi.
 #SOUL Testimoni - Luigi Berlinguer e suor Anna Monia Alfieri (video).

A QUESTO PUNTO?
L'unico scenario che mi prefiguro è che le dichiarazioni bipartisan dei politici tutti, nessun partito escluso dalla destra alla sinistra, si traducano in fatti (link)... il fattore tempo non è più una variabile trascurabile.
ORA I POLITICI DEVONO FARE L'UNICA COSA ... IL LORO DOVERE ... si ringrazia sentitamente per le dichiarazioni dell'Opposizione e della Maggioranza che hanno restituito dignità al comparto Famiglia e Scuola ma ora occorre 1 Mld di euro per scongiurare il danno economico di 2.4 Mld di euro più 3 Mld di euro accanto al danno sociale ampiamente argomentato.
       Le Conferenze CISM ed USMI, il 29 maggio u.s., sono state udite dalla Commissione Bilancio presso la Camera dei Deputati nell’ambito dell’esame del decreto-legge n. 34 del 2020 (link).

VIDEO DELLA DIRETTA DALLA COMMISSIONE BILANCIO in merito all’esame del decreto-legge n. 34 del 2020 (link).

      31.05.2020 da FORMICHE - “Parlamento/Audizione in Commissione Bilancio nell’ambito dell’esame del decreto-legge n. 34 del 2020. E’ stato illustrato lo studio e le soluzioni, che non rappresentano una spesa cash di 1 Mld di euro; di conseguenza la copertura risulta come segue. Nei prossimi giorni si riparte dalla Camera dei Deputati per il Dl Scuola e dal Parlamento per intervenire incrementando l’art. 233 del DL Rilancio (link).

A sostegno della famiglia, della scuola della Nazione sono scesi in campo i più illustri studiosi e a loro va il nostro ringraziamento sincero. Hanno messo a disposizione tempo, studio, ricerca, strumenti tutto affinchè la politica faccia il proprio dovere.

03.06.2020 da TOCQUEVILLE-ACTON - Ospiti di un sito di prestigioso che pubblica Dario Antiseri e da mesi è in campo per noi in modo scientifico e equilibrato. Si ringrazia il dott. Flavio Felice. “Mentre a Roma si discute, Sagunto brucia. Sulla libertà di scelta educativa” In queste settimane mi torna spesso alla memoria questa frase di Livio. Non ho fatto studi classici: i numeri, con la loro schiacciante evidenza, sono da sempre il mio pane. Avevo però sentito pronunciare questa espressione dal cardinale Pappalardo in occasione dei funerali del generale Dalla Chiesa, durante un servizio televisivo dedicato alla figura di questo grande italiano. Quella citazione, sentita quando ero ancora una bambina, è tornata improvvisamente alla mia mente in questi ultimi tempi… (link).

03.06.2020 da AVVENIRE - Risorse e investimenti Un nuovo modello è possibile perché È GIUSTO SCOMMETTERE ORA SU UNA RIFORMA DI TUTTO IL SISTEMA FORMATIVO, SENZA DISTINZIONI, prof. Marco GRUMO, Professore di Economia aziendale e coordinatore scientifico di 'Cattolica per il Terzo Settore' (link).

30.05.2020 da AGENSIR Scuola: Cism e Usmi, paritarie dialogano con il governo per il futuro dell’istruzione in Italia. Illustrati problemi e richieste”. “L’incontro – si legge in un comunicato diffuso oggi dalle due conferenze – si è svolto in un clima di ampia cordialità e accoglienza verso le nostre conferenze che hanno desiderato farsi parte attiva presso il Governo per le scuole pubbliche paritarie da noi gestite, dando continuità alla mobilitazione animata dallo slogan #noisiamoinvisibiliaquestogoverno” (link).

 

31.05.2020 da INTERRIS - Scuole paritarie, piano d’intervento immediato per scongiurare la débacle. Suor Anna Monia Alfieri in Commissione Bilancio alla Camera: un miliardo per evitare la chiusura del 30% degli istituti e la migrazione di 300 mila studenti (link).

 

31.05.2020 da TECNICA DELLA SCUOLA - Decreto Rilancio, Alfieri: “Il sistema delle scuole paritarie non regge più” Con il Covid-19 la situazione è diventata tragica per la Nazione tutta, perché il comparto delle scuole paritarie non regge più. Stiamo parlando di scuole che, a detta dello Stato, applicano rette simboliche: intorno ai 2.500 Euro per la scuola dell’Infanzia, circa 3.500 Euro per la scuola Primaria e poco più di 4.000 Euro per le scuole secondarie di I e II grado. L’applicazione di queste rette ha fatto sì che negli anni, complice anche la diminuzioni delle religiose e dei sacerdoti, le scuole paritarie per proseguire nel loro servizio si siano indebitate con le banche e abbiano ipotecato gli immobili, al fine di coprire lo scarto tra la retta chiesta alle famiglie e il costo effettivo di ciascuno studente. Quanto può reggere un indebitamento? Fino a quando la crisi fa sì che anche le banche non diano più credito. E’ per questo motivo che negli ultimi 5 anni hanno chiuso circa 500 scuole paritarie, in prevalenza ubicate nelle periferie del centro-sud Italia, accentuando così nella Nazione il regionalismo e l’iniquità (link).


02.06.2020 da ORIZZONTE SCUOLA - Scuole paritarie, Alfieri: perché c’è allarme per le famiglie, gli insegnanti, il diritto alla libertà educativa. Nel corso dell’audizione in Commissione Bilancio della Camera, è stato rilevato, nel complesso, un vivo interesse, con domande delle forze politiche, oltre ogni schieramento, di grande pertinenza, insieme all’assicurazione che nei prossimi giorni ci sarà tutto l’impegno nelle aule del Parlamento di attuare le soluzioni proposte (link).

CALENDARIO

Prosegue la nostra azione culturale: seguiteci, numerose le iniziative (link).

 

Grata del vostro aiuto vi chiedo la massima diffusione e andiamo avanti con coraggio.

Un carissimo saluto. sr. Anna Monia Alfieri